Pamela: Awelina,Innocent parlò di stupro

"Il 30 gennaio Innocent mi telefonò chiedendomi se volevo andare a stuprare una ragazza che dormiva". A pronunciare la frase choc, intercettata dagli inquirenti nel carcere di Ancona, è Lucky Awelima mentre parla con Desmond Lucky. I nigeriani, insieme al connazionale Innocent Oseghale, sono detenuti con l'accusa di aver ucciso e fatto a pezzi la 18enne romana Pamela Mastropietro a Macerata. I dialoghi sono riportati nella nuova ordinanza di custodia cautelare per omicidio a carico di Oseghale che invece è recluso ad Ascoli Piceno. A questa richiesta di Innocent, Awelima avrebbe risposto che non era interessato. In un'altra conversazione, Awelima avrebbe poi detto di aver saputo che Pamela era stata stuprata. Anche questi elementi erano tra quelli posti a fondamento della richiesta della ordinanza di custodia in carcere per Oseghale anche per violenza sessuale. Addebito non riconosciuto dal gip che pone a fondamento della decisione anche tratti della personalità della ragazza.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. La Nuova Riviera
  2. La Nuova Riviera
  3. PicenoTime
  4. Riviera Oggi
  5. La Nuova Riviera

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Cupra Marittima

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...